“Dopo lo faccio!”: 7 effetti negativi e come annullarli

Condividi
👁️ 95773

Quante volte ti sei detta “Dopo lo faccio!” e poi non lo hai più fatto? Se ti è successo diverse volte e sei una donna che tende ad agire all’ultimo minuto o a rinviare, allora scoprire quali sono i 7 effetti negativi del “Dopo lo faccio!” e come annullarli può esserti davvero utile.

Sei pronta? Iniziamo 😉

Primo effetto: ansia. 

Nasce dal dialogo interiore causato dalla consapevolezza di non aver ottemperato agli impegnipresi e di conseguenza crea una sorta di loop mentale focalizzando i nostri pensieri su domande depotenzianti, come ad esempio: Come farò a finire questo progetto in tempo? Cosa dirà di me il capo? Cosa penserà quel cliente? 

Come annullarlo?
Agisci momento per momento.
Ad esempio: hai un mese di tempo per consegnare la relazione al tuo supervisore o per preparare un esame all’università? Inizia adesso. Il “dopo lo faccio” porta il tuo cervello nella modalità effetto domino del rinvio

Secondo effetto: frustrazione. 

Si palesa quando, consci di non aver ottemperato ai propri impegni precedenti, alteriamo la realtà e la valutiamo in modo generico e negativo con frasi come: Non ho mai concluso nulla di importante. Faccio sempre cose inutili. Non faccio mai le cose in tempo. Non ho mai tempo per me.
Queste frasi ci portano ad avere un concetto di noi e della realtà negativo, e ci portano in un circolo vizioso di pensieri depotenzianti che portano ad un calo d’umore e alla frustrazione. 

Come annullarlo?
Evita di generalizzare e dai il meglio di te in ogni istante.
Per esempio: occorre studiare 7 moduli, di 100 pagine l’uno, per l’esame sulla Mediazione? Domani, tra una o due settimane, non saranno magicamente variate, ma avrai soltanto meno tempo per farlo. In termini produttivi si riduce il tempo per fare una prestazione ottimale senza stress.

Terzo effetto: aumento dei conflitti. 

Si generano per l’inoperosità del soggetto che, entrato nel circolo vizioso del “Dopo lo faccio!”, per effetto domino si troverà in continui rinvii sino ad arrivare al punto critico: ciò che deve fare è maggiore del tempo che ha a disposizione per farlo. E quando altri gli faranno presente la sua inoperosità si attiverà in discussioni nel tentativo di difendere la sua posizione poiché prenderà ciò come attacchi alla persona e non come feedback per incentivarlo ad essere più operativo.
Esempio: Un collega gli fa presente che lavora meno degli altri e a causa sua vi sarà un ritardo, egli diventerà maldisposto e collerico. 

Come annullarlo?
Agisci in modo diverso e poniti domande tipo: Quali effetti ottengo da questo comportamento? È produttivo? Mi rende affidabile?

Quarto effetto: sfiducia degli altri. 

Questo effetto si manifesta quando gli altri, per il nostro continuo non ottemperare ai nostri doveri o impegni, iniziano a pensare che non possono fare affidamento su di noi e lo comunicano in modo non verbale escludendoci, oppure verbalmente con frasi come Avevi promesso che te ne saresti occupata tu e non l’hai fatto. Sei inaffidabile.
Come facilmente puoi dedurre è uno degli effetti negativi che ha più ripercussioni sul nostro benessere, proprio per quello che abbiamo detto nell’e-book allenare la fiducia, sì ma come? 

Come annullarlo?
Pensaci bene prima di dire sì, se noti che non puoi fare quella determinata cosa nei termini e nei modi richiesti, fallo presente.
Talvolta è meglio un no motivato che un sì non valutato.
Inoltre, tenere fede agli impegni presi o avvertire anticipatamente se non si possono portare a termine è anche un modo per dimostrare agli altri rispetto.

Quinto effetto: insonnia. 

Si palesa quando sappiamo di non aver fatto il nostro dovere (ad esempio quando la sera ci mettiamo a letto e pensiamo cose tipo Come faccio a dire al capo che ieri non ho inviato il preventivo al nostro miglior cliente? Come faccio ad andare da X dopo che non ho mantenuto fede alla promessa?) o quando stiamo a rimuginare su tutte le cose che dovremmo fare senza mai iniziare. 

Come annullarlo?
Agisci quando hai l’opportunità di agire e dormi quando hai l’opportunità di dormire.

Sesto effetto: bassa fiducia in se stessi. 

Nasce dal dialogo interiore legato al giudizio critico verso l’inoperosità e l’improduttività passata e viene alimentato e manifestato con frasi come Sono una frana. Non porto mai a termine ciò che inizio. Non farò mai nulla di buono nella vita. 

Come annullarlo?
Prima di porti un obiettivo pondera se è in linea con te, con ciò che vuoi veramente, e poi, una volta che hai deciso di impegnarti, vai fino in fondo.
Esempio: Hai scelto di iniziare il corso di musicoterapia? Portalo a termine.
Tieni in considerazione che ogni volta che si porta a termine un impegno si nutre la propria autostima

Settimo effetto: litigiosità. 

Si manifesta quando la persona prende consapevolezza degli effetti negativi del suo non ottemperare agli impegni e la nutre con frasi rivolte a se stessa tipo Sei una stupida! Aspetti sempre l’ultimo minuto!!! per poi rifletterla sull’ambiente circostante con discussioni altezzose. 

Come annullarlo?
Evita di metterti in situazioni spiacevoli.
Esempio: Dovevi chiamare i tuoi collaboratori per dire loro che il meeting è stato rinviato e non l’hai fatto? Dirti frasi spregiative o discutere con tutti non cambierà la situazione. Chiedi scusa e la prossima volta gestisci meglio la situazione.

In conclusione, in questo post abbiamo visto che i 7 effetti negativi del “Dopo lo faccio!” sono: 

  1. Ansia (Come farò a finirlo in tempo?)
  2. Frustrazione (Non ho mai concluso nulla di buono!)
  3. Aumento dei conflitti (Rendi meno degli altri!!!)
  4. Sfiducia da parte degli altri (Sei inaffidabile!)
  5. Insonnia (Anziché dormire rimugini su ciò che non hai fatto o su quello che dovresti fare)
  6. Bassa fiducia in se stessi (Sono una frana!)
  7. Litigiosità (Sono una stupida che aspetta sempre l’ultimo secondo!)

A questo punto, possiamo dire che il mood del “Dopo lo faccio!” è meglio sostituirlo. Come? Iniziando a fare ciò che va fatto, quando va fatto. Tu come la vedi? Fammelo sapere nei commenti, oppure scrivimi.

Ti abbraccio, Carmela. ❤️😊